10 comandamenti per chi indossa lenti a contatto

a cura di Dr. Federico Loda


Esistono norme igieniche e di buona pratica da tenere ben presenti, quando si applicano lenti a contatto. Ecco di seguito le più importanti:
  1. Lavare accuratamente le mani Preferibilmente con un sapone neutro, ricordandosi di sciacquarle bene per rimuovere residui di sapone dalle mani, uno dei pochi veicoli di infezione quando si usano lenti a contatto a ricambio usa e getta.
  2. Rispettare la durata consigliata Non eccedere il numero di ore di utilizzo giornaliero, indicate dallo specialista durante i controlli, ed in ogni caso non utilizzare mai lenti usa e getta per due giorni consecutivi, o lenti mensili per oltre 30 giorni dalla data di apertura del blister. Le lenti a contatto sono potenziali veicoli di infezione oculare, ed il materiale/polimero è studiato per una durata specifica che varia da prodotto a prodotto, pertanto è importante indossare una nuova lente a contatto se quella in uso è usurata oppure in condizioni non ottimali.
  3. salvo casi specifici, non dormire con le lenti a contatto Esistono lenti a contatto indossabili in modo continuativo anche durante il sonno, ed addirittura esistono lenti a contatto indossabili esclusivamente durante il sonno, con finalità terapeutiche. Eccetto questi particolari prodotti, studiati appositamente, è assolutamente da evitare l’utilizzo di lenti a contatto mentre i nostri occhi sono chiusi per periodi di tempo anche brevi (sonnellino). Il polimero potrebbe infatti “incollarsi” alla superficie oculare, compromettendo la visione nitida (spesso al risveglio si vede “offuscato”) ma soprattutto favorendo infezioni, infiammazioni, e disturbi a lungo termine (fastidio durante il porto). Inoltre, rimuovere una lente a contatto adesa alla cornea, può favorire fenomeni di abrasione oculare e disepitelizzazione, con perdita di tessuto superficiale.
  4. non usare mai l’acqua del rubinetto con le lenti a contatto Alcune persone risciacquano la lente a contatto con acqua corrente o acqua di bottiglia, anziché sfruttare i numerosi prodotti specifici offerti dal mercato.
    E’ importante sottolineare che, per nessuna ragione, la lente deve entrare in contatto con acqua corrente dato che il rischio di contaminazione è estremamente elevato. Il principale batterio responsabile di infezioni oculari (anche irreversibili), la Acanthamoeba, vive proprio nell'acqua.
  5. tolte le lenti a contatto, osservarle sempre Sono integre? Sono deformate? Sono molto secche o asciutte? E gli occhi, sono arrossati? Osservare e notare questi particolari può risultare importante, sia per poter riferire eventuali discomfort allo specialista, durante i controlli, sia per gestire al meglio ed in sicurezza la propria esperienza visiva con le lenti a contatto: forse il numero di ore è eccessivo? forse l’utilizzo intenso del PC in ufficio sta pregiudicando la qualità della vostra lacrimazione? Esistono numerosi colliri e/o sostituti lacrimali che possono rinnovare il film lacrimale.
  6. Cambiare il portalenti regolarmente Ogni box contente i liquidi di manutenzione utilizzati dai portatori di lenti a contatto (soluzione unica, soluzione salina, perossido disinfettante etc) dispone solitamente di un nuovo portalenti, pronto per l’uso. Ricordarsi di utilizzare il nuovo portalenti è una norma igienica importante, perchè è dimostrato clinicamente come esso si possa sporcare e logorare facilmente, favorendo eventuali contaminazioni.
  7. effetto “rub” con le dita Una volta rimosse le lenti a contatto a ricambio programmato, prima di riporle nel proprio portalenti, è bene “frizionarle” delicatamente con le dita, mentre vengono risciacquate con apposita soluzione pulente, favorendo il cosiddetto effetto rub (strofinamento), ciò favorisce il distacco di microdepositi superficiali che, se permangono adesi alla lente a contatto per diversi giorni, possono comportare fastidio oculare durante l’utilizzo.
  8. tecnica applicativa adeguata Alla prima prova delle lenti in studio, ogni utente viene seguito dal proprio specialista al fine di imparare a gestire le lenti a contatto: una corretta tecnica di applicazione e rimozione permette di manipolare le lenti a contatto quotidianamente in tutta sicurezza, senza rischiare di danneggiare gli occhi o il prodotto. Ciò significa anche mantenere il comfort ad un livello ottimale.
  9. Lenti a contatto prima di truccarsi Prima di applicare qualsiasi cosmetico, indossate le lenti a contatto. Ciò è utile per scongiurare di vedere sfocato o con appannamenti indotti da residui di trucco che possono depositarsi sulla lente a contatto, o peggio intrappolarsi fra superficie della lente a contatto ed epitelio corneale (favorendo abrasioni). Quando si applica cipria o fard o altri prodotti in crema o polvere, inoltre, è bene tenere chiusi gli occhi.
  10. sottoporsi a controlli regolari Il portatore di lenti a contatto è tenuto a sottoporsi a regolari controlli contattologici per ridurre il rischio di complicanze e per tener monitorata l’applicazione nel breve e lungo termine.
    Ricordiamo inoltre che è periodicamente opportuno sottoporsi a controlli oculistici, per valutare lo stato di salute oculare.
Chiedici informazioni oppure vieni a trovarci in Store:
saremo felici di poter rispondere ad ogni tua richiesta.